Sostenibilità in Hotel: guida per un’accoglienza eco-friendly

Indice

Ormai non si può più prescindere dalla sostenibilità: ogni attività economica ha una precisa responsabilità per il pianeta, e anche i clienti delle strutture alberghiere ne sono consapevoli. Avere un hotel che dimostra concretamente il proprio impegno per la sostenibilità è ormai essenziale dal punto di vista etico e ambientale.

Ma essere eco-friendly ha un ulteriore vantaggio: come vedremo alla fine di questa guida, migliorare la sostenibilità in albergo porta a un efficientamento generale dei consumi, e di conseguenza alla generazione di risparmi concreti.

Tutte le indicazioni pratiche che daremo in questa guida sono già state testate e sono in uso in strutture alberghiere che hanno deciso di presentarsi come hotel sostenibili.

In alcuni casi si tratta di interventi importanti, ideali da inserire in un progetto di ristrutturazione o quando si alloca un certo budget per cambiare gli arredi o gli impianti. Ma vedremo anche come si può rendere il proprio hotel sostenibile fin da subito anche solo con delle best practice, mantenendo l’attrezzatura e l’arredo che già si hanno a disposizione.

CHE COSA SIGNIFICA "HOTEL SOSTENIBILE"?

Un hotel o albergo sostenibile è una struttura che ha considerato il rispetto dell’ecosistema nel suo modello di business, che sia negli interventi strutturali – come installare un cappotto per l’isolamento termico – o nelle pratiche di ordinaria amministrazione, come la gestione dei rifiuti o la selezione dei fornitori.

Partiamo però da un presupposto: non esistono regole scolpite nella pietra. 

La sostenibilità, così come l’avanzamento della scienza e come le teorie di business, è una materia che si aggiorna continuamente

Ma soprattutto bisogna tenere a mente una seconda grande verità:

Nella sostenibilità, la perfezione non esiste.

È molto difficile che una singola struttura alberghiera abbia le risorse sufficienti per investire in tutti i cambiamenti necessari per essere al 100% sostenibile. Ecco perché serve fare delle scelte in base alle caratteristiche dell’hotel e in base alle priorità, consapevoli che potremmo dover rinunciare a qualcosa.

Ad esempio, un albergo privo di isolamento termico all’avanguardia potrebbe non avere subito a disposizione budget per una ristrutturazione. Però potrebbe proporre un menù a base di prodotti locali e a basso impatto nel proprio ristorante, prendendosi l’impegno di programmare la coibentazione per il futuro.

L'IMPORTANZA DI COMUNICARE LA SOSTENIBILITÀ PER GLI HOTEL

Quindi, ricapitoliamo.

1) Bisogna sempre tenersi in aggiornamento;

2) La sostenibilità perfetta non esiste.

Questi due assunti rendono necessario un ulteriore passaggio: comunicare il proprio impegno ai clienti.

Secondo alcune ricerche di mercato il 69% dei viaggiatori di tutto il mondo ha cercato opzioni per vacanze sostenibili nel 2023.

È evidente che la comunicazione della sostenibilità del proprio albergo va fatta bene, per poter rientrare in queste opzioni.

Le scelte consapevoli vanno spiegate in modo accurato e senza sensazionalismo.

Soprattutto, senza fare greenwashing. 

Inutile quindi spacciarsi per i salvatori del mondo!

Piuttosto, a livello comunicativo viene premiata l’onestà di ammettere che la tua struttura sta facendo del suo meglio, consapevole che bisogna continuare ad aggiornarsi e a ricercare nuove soluzioni di sostenibilità.

Oggi il pubblico è sempre più sensibile al greenwashing, ed è sempre più informato ed esigente. Definire il proprio hotel “eco-friendly” richiede una spiegazione del perché ci si è appropriati di questa etichetta.

La Foresta di Fuoristagione

Anche noi di Fuoristagione abbiamo deciso di fare un passo avanti per il nostro pianeta. Infatti per ogni nuovo hotel che sceglie di collaborare con noi, contribuiamo alla causa ambientale piantando alberi nella Foresta di Fuoristagione. È un piccolo gesto, ma è un segno del nostro impegno nel conciliare crescita aziendale e sostenibilità. #protectyourplanet #treesfortomorrow

“Fate come gli alberi: cambiate le foglie e conservate le radici. Cambiate le vostre idee, ma conservate i vostri principi.”

In collaborazione con Tree-Nation logo

PRIMI PASSI VERSO LA SOSTENIBILITÀ: CAMBIAMENTI SEMPLICI E LOW BUDGET

Per iniziare a implementare delle strategie verso la sostenibilità non è necessario avere a disposizione un grande budget o pensare subito a grandi cambiamenti strutturali. Esistono infatti soluzioni semplici, immediate, che richiedono un investimento più basso e che possono essere attivate fin da subito. Vediamo insieme qualche esempio per muovere i primi passi verso una struttura più sostenibile.

 

1. Riduzione della plastica monouso

Flaconcini dello shampoo, contenitori in plastica delle saponette, cannucce di plastica nei cocktail… Sono molti gli hotel che hanno scelto delle alternative riutilizzabili, lavabili, biodegradabili o comunque più sostenibili alla plastica monouso. 

Non basta per poter definire un hotel ecosostenibile, ma è un buon punto di partenza. 

 

2. Dispositivi per ridurre il consumo dell’acqua

Si tende ad associare la riduzione del consumo d’acqua ad impianti che richiedono un investimento di ristrutturazione. Invece esistono alcune misure che possono mettere in atto anche gli hotel che non hanno in programma una ristrutturazione immediata, magari troppo piccoli per affrontare un intervento importante. 

Ad esempio, si possono inserire su rubinetti già esistenti dei filtri rallentanti, che limitano la portata del flusso d’acqua. 

Infine, sarebbe utile formare il proprio personale alle più diffuse pratiche di risparmio idrico, come chiudere i rubinetti quando non in uso o segnalare eventuali guasti e perdite con tempestività.

 

3. Menù a basso impatto ambientale e riduzione dello spreco

La clientela si rivela sempre più sensibile alle scelte alimentari etiche. Il ristorante o il buffet della colazione del tuo hotel potrebbe quindi offrire delle opzioni sostenibili, sfruttando le specialità enogastronomiche locali, a km 0, o comunque mostrando come il proprio menù sia frutto di scelte etiche e motivate.

 

4. Detergenti biodegradabili

L’impatto dei nostri comportamenti di consumo a volte non è subito evidente. 

Forse cambiare i propri fornitori di detergenti, privilegiando quelli biodegradabili, non ci darà l’immediata percezione di cambiare il mondo, ma di sicuro può limitare l’inquinamento delle acque reflue.

 

5. Nudge marketing

Come sappiamo, il marketing continua anche quando il cliente ha già fatto una prenotazione alla tua struttura. Il nudge marketing, infatti, è un’insieme di tecniche per spingere il pubblico a fare qualcosa, senza richiami diretti ma con suggerimenti impliciti.

Facciamo un esempio pratico.

Quando preleviamo da un ATM, molto spesso ci viene chiesto se vogliamo o meno la ricevuta; di fianco all’opzione “no” è di solito presente una fogliolina verde o comunque una scritta che recita “scelta più ecologica”.

Come applicare lo stesso principio anche in hotel?

Prendiamo la biancheria. 

La lavanderia rappresenta in media il 16% del consumo totale di acqua di un hotel. 

Si può dare la possibilità al cliente di scegliere di riutilizzare i propri asciugamani anche per più giorni. 

Ad esempio, con una targhetta o un cartello direttamente in bagno.

Addirittura un paper scientifico ha mostrato che apporre un segnale sulla porta del bagno per indicare il riutilizzo degli asciugamani aumenta del 20% la probabilità che gli ospiti lo facciano.

Oppure, un altro suggerimento potrebbe essere rendere disponibile e pubblicizzare (fuori dall’hotel o nella propria comunicazione online) un servizio di noleggio biciclette o navetta, per limitare l’uso dei mezzi di trasporto individuali.

 

6. Tour locali

È molto comune tra i turisti stranieri che fanno un lungo viaggio per arrivare in Italia la tendenza a stare in grandi città per pochissimi giorni. Un hotel potrebbe puntare alla sostenibilità ad esempio proponendo dei tour locali e cercando di stimolare una curiosità che non richiede la prenotazione di un aereo, ad esempio. 

Questo porterebbe ad aumentare i giorni di prenotazione e, indirettamente, anche alla valorizzazione e all’arricchimento della propria comunità locale, il che è sempre un aspetto collegato alla sostenibilità.

TECNOLOGIE E SOLUZIONI ECO-FRIENDLY PER L'INDUSTRIA ALBERGHIERA: INVESTIRE NEL CAMBIAMENTO

Il tuo albergo è ancora in fase di costruzione o di lancio? 

Oppure stai per iniziare una ristrutturazione profonda e hai un po’ di budget a disposizione per rendere il tuo hotel eco–friendly? 

Allora qui di seguito troverai delle misure di ecosostenibilità che un hotel può mettere in pratica come investimento a lungo termine. Vediamole!

 

1. Illuminazione 

Ridurre gli sprechi con l’illuminazione è possibile attraverso una buona pianificazione dell’impianto e con alcuni accorgimenti.

In generale si parla di luci LED e di sensori crepuscolari abbinati a sensori di movimento, ma non sono le uniche strategie che possono essere messe in atto. Possiamo investire anche in dimmer per la regolazione dell’intensità luminosa, luci a energia solare per gli spazi esterni o, visto che siamo in fase di ristrutturazione, modificare spazi e arredi per massimizzare l’uso della luce naturale.

In questi tempi di crisi energetica si guarda sempre con favore ai risparmi in bolletta!

 

2. Miglioramento dell’efficienza energetica degli elettrodomestici

Come nel punto precedente, elettrodomestici ad alta efficienza energetica, come frigoriferi o lavastoviglie e lavatrici ad alto rendimento, portano a una maggiore sostenibilità ambientale ma anche a un notevole risparmio per chi gestisce la rendicontazione finanziaria della struttura.

 

3. Risparmio di acqua

Per il risparmio di acqua il più delle volte si inizia mettendo in atto delle best practices o applicando dei dispositivi poco costosi. Però, con un budget un po’ più consistente, è possibile progettare un impianto per la raccolta e il riutilizzo dell’acqua piovana, ad esempio.

Oppure, è ormai molto comune installare sensori di movimento vicino ai rubinetti, tutte soluzioni che aiutano il risparmio e migliorano l’impatto ambientale.

 

4. Temperature sostenibili

I climatizzatori e i riscaldamenti, se pensati per rendere un hotel sostenibile, hanno un duplice vantaggio. 

Da un lato le bollette calano.

Dall’altro, si riduce una delle maggiori cause di emissioni nelle città – in molti ignorano il drammatico impatto del riscaldamento domestico in termini di emissioni, accompagnati dai consumi elettrici molto alti di un impianto di climatizzazione. 

Si consiglia per questo una valutazione di misure per l’isolamento termico, per ridurre l’uso di energie per il riscaldamento e il raffreddamento degli spazi, limitare i costi e garantire un soggiorno piacevole per gli ospiti ad ogni condizione climatica. 

 

5. Energie rinnovabili

Inutile dire che per chi ha disponibilità di budget le energie rinnovabili sono un must. 

Si parla, ad esempio, di un piccolo impianto fotovoltaico, o di un impianto solare per il riscaldamento dell’acqua (solare termico), microeolico e geotermico. Questi investimenti sono molto graditi dagli ospiti orientati alla sostenibilità, ma anche da chi gestisce il comparto Finance nella tua struttura! 

 

6. Spazio verde

Ultima misura di sostenibilità: la scelta del verde attorno all’hotel. Perché importare delle rarissime palme indonesiane, quando la flora e la fauna locali, parte dell’ecosistema, sono già lì ad aspettarci?

A volte tendiamo a sottovalutare la bellezza delle nostre risorse locali, forse proprio perché siamo così abituati a vederle.

Oppure, perché non dotarsi di un biolago, che si depura in autonomia grazie alle specie di insetti e microrganismi che vengono immessi al suo interno?

L’ESPERIENZA DI ALTRI HOTEL - IL BENEFICIO DELLA SOSTENIBILITÀ

I dati confermano non solo un crescente interesse per la sostenibilità da parte dei clienti, ma anche un aumento di fatturato per gli hotel che mettono in campo soluzioni di sostenibilità sul lungo periodo.

Abbiamo le catene alberghiere IHG e Marriott, che hanno previsto di eliminare tutti gli articoli da toeletta monouso dalle loro strutture entro la fine del 2030, risparmiando oltre 200 milioni di bottiglie all’anno per IHG e oltre 14 milioni di dollari all’anno per Marriott.

Il Caesar’s Palace di Las Vegas, con un programma di risparmio sul lavaggio degli asciugamani, dichiara di aver risparmiato 30 milioni di galloni d’acqua in un anno.

C’è poi CitizenM, una catena alberghiera di Amsterdam, riconosciuta per le sue proprietà costruite tramite costruzione modulare, un processo che può ridurre i rifiuti in una percentuale tra l’8 e il 18% medi. 

Questo metodo riduce anche le emissioni di carbonio del 68% grazie a tempi di costruzione più brevi e minore impiego di mezzi di trasporto pesante e gru. [fonte: Hotel Tech Report]

 

Insomma, ora hai qualche spunto su come rendere il tuo hotel il più ecosostenibile possibile!

Ogni idea innovativa, ogni pensiero diverso dal passato può diventare oggetto di una misura eco-friendly per il tuo hotel.

A patto che tutte le scelte di sostenibilità alberghiera che fai siano comunicate nel modo corretto e venga dato loro il giusto spazio!

Ora che sai come migliorare la sostenibilità della tua struttura scopri anche i nostri 7 consigli per arredare il tuo hotel in modo intelligente e orientato all’efficienza!

E se vuoi migliorare la tua presenza online comunicando correttamente le tue scelte di sostenibilità…

Contattaci qui sotto!

Vuoi vendere più camere online alle TUE condizioni?

Lasciaci i tuoi dati e ti contatteremo per fissare una Chiamata Conoscitiva (gratuita e senza impegno)!

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.