Arredare il tuo Hotel: 7 regole di interior design

Indice

Avevi mai pensato che la comunicazione del tuo hotel potesse passare anche da una Bergère o dal posizionamento strategico di una pianta succulenta? 

Il bello dell’arredare un hotel è la possibilità di comunicare immediatamente chi sei e quali sono i tuoi valori. Attenzione, però: in questa breve guida non parleremo delle ultime tendenze di interior design! 

Abbiamo maturato l’idea che ogni struttura ha la sua specificità e la sua tradizione, e che sia questo l’aspetto più importante da esaltare, al di là di tendenze e mode del momento. Esistono però una serie di principi sempre validi, che servono a chi prende le decisioni di business per poter dare risalto all’unicità della propria struttura alberghiera. 

Vediamoli insieme!

1. TIENI A MENTE LA FUNZIONALITÀ

Il bel design degli interni dell’hotel non dovrebbe mai prevalere sulla funzionalità, soprattutto nelle camere degli ospiti. 

I cassetti minimal d’acciaio sono facili da aprire?

Gli interruttori di design si capiscono a colpo d’occhio? 

Sembrano considerazioni banali, ma spesso si scade in scelte puramente estetiche, dimenticando che un oggetto serve per essere usato. 

Oltre alle camere, pensa all’arredamento per gli spazi comuni dell’hotel. 

I posti a sedere sono confortevoli e illuminati in modo appropriato?

Siamo sicuri che i divani Chesterfield in vera pelle siano una buona idea, per un albergo stagionale estivo in un’isola tropicale?

In più, ricorda di pensare all’accessibilità degli spazi: i clienti in sedia a rotelle possono entrare e muoversi comodamente? 

 

Consideriamo infine i cartelli che indicano agli ospiti le varie sezioni dell’albergo, sono intuitivi?

A volte la chiarezza va a scapito dell’interior design. Ma si può trovare un giusto mezzo tra estetica dell’arredamento e trasparenza delle informazioni.

2. ISPIRAZIONE DI ARREDAMENTO DALLA LOCATION DELL'HOTEL

Siamo in Italia, uno dei Paesi a più alto tasso di patrimoni Unesco al mondo. Ogni città, ogni borgo, ogni scorcio può raccontare una storia a un turista straniero e non solo.

Quindi, l’arredamento dell’hotel dovrebbe, almeno in piccola parte, prendere spunto dalla location nella quale vi trovate.

Perché non aggiungere un quadro di un artista locale in un disimpegno? 

O perché non enfatizzare i colori della città in cui si trova l’hotel?

Non dimenticare le specificità cromatiche e di materie prime della tua località. È un esempio molto comune, ma pensiamo agli hotel in località marittime costellati di cordami bianchi, tendaggi a strisce, conchiglie come centrotavola e ancore appese. Possiamo prendere questo come uno spunto per pensare a quale storia vogliamo raccontare e a come accompagnare i turisti in questo viaggio.

3. PROGETTA LE CAMERE DEGLI OSPITI IN MODO LUNGIMIRANTE

Rinnovare le camere costa. Tutti conosciamo quel tipico look degli hotel anni ‘50, non quello arredato consapevolmente di modernariato, ma quello ingiallito.

Quello “vecchio”.

Un arredo sempreverde, con materiali che non mostrano segni d’usura, funziona decisamente meglio.

Se non vuoi fare piani a lungo termine, allora via libera alla fantasia… Ma va pianificato a distanza di anni l’investimento per un’eventuale ristrutturazione o modifica dell’interior design. 

Spesso si cede a vezzi come una bella pavimentazione ma che si usura facilmente. Siamo sicuri di poterci permettere di cambiare mattonelle e piastrelle, o moquette e parquet, o anche la biancheria, ogni volta che è necessario? 

Un consiglio pratico è mantenere le parti principali semplici. Ad esempio, le lenzuola e gli asciugamani, le pareti, i pavimenti, i sanitari e i mobili più importanti. Per aggiungere personalità alle stanze si può optare più spesso per oggetti piccoli, quindi intercambiabili.

4. PENSA ALL’ARREDAMENTO DEL TUO ALBERGO COME SE FOSSI IL CLIENTE

Abbiamo già parlato di arredamento di hotel funzionale, e questa se vogliamo è una declinazione dello stesso principio. 

Ha senso, ad esempio, mettere tavoli in cristallo bassi e dagli spigoli vivi negli spazi comuni di un hotel che ha come cliente target le famiglie?

Cosa cerca questo tipo di cliente da te? 

Forse preferirebbe una chaise longue, o uno spazio in bagno per il fasciatoio.

Pensa sempre al tuo cliente ideale e a cosa troverebbe utile e cosa no: questo merita una riflessione prima ancora di un’azione.

Noi di Fuoristagione possiamo aiutarti a comunicare meglio!

5. ARREDAMENTO MA ANCHE TECNOLOGIA

L’elettronica e la domotica hanno raggiunto un tale livello di sofisticazione che oggi è possibile integrare in un bel progetto di interior design anche le migliori automazioni di comfort.

Le luci a sensore crepuscolare e di movimento sono solo una delle idee. Anche i comandi vocali possono essere una buona soluzione. 

Oppure, le prese di corrente integrate all’arredamento dell’hotel, ad esempio nella testiera del letto, o su alcune sedute nella hall.

Sono solo alcuni esempi, e parliamo di un mondo in costante innovazione.

I prodotti sono molti, e sempre meno brutti e grigi: oggi esistono in commercio su larga scala elementi di domotica ed elettronica decisamente di design.

6. NON DIMENTICARE LA SCELTA DEI COLORI!

Che il tuo albergo abbia uno stile Scandinavo, Art Deco, Shabby Chic, Post-industriale, Minimal… poco importa: la scelta dei colori è sempre uno dei passaggi più delicati.

Il colore è psicologia.

È primo impatto. 

È persuasione lenta e visiva. 

Il tuo brand passa anche e soprattutto dall’attenzione al dettaglio: da quell’impressione che fa, ad esempio, un vaso cinese color ciano riempito di rose scarlatte – magari le stesse rose rampicanti dell’arco del giardino pensile.

Anche la saturazione e la tonalità sono elementi importanti della psicologia del colore. Come regola generale, i colori chiari sono percepiti come ariosi e fanno sembrare gli ambienti più luminosi e spaziosi. I colori scuri, invece, conferiscono raffinatezza e intimità. 

Per questo motivo, un atrio arioso può essere migliorato da colori chiari come l’oro e il crema, mentre per uno spazio intimo come il bar sono più adatti bordeaux, viola e grigio.

Usa la psicologia per scegliere i colori per l’arredamento del tuo hotel!

E soprattutto, chiedi di usarla al consulente di interior design, se lo hai scelto.

A volte i risultati sono sorprendenti anche solo con una ristrutturazione superficiale!

7. UN'OCCHIO ALLA SOSTENIBILITÀ

La crescente consapevolezza ambientale ha portato a una preferenza per materiali sostenibili e pratiche eco-compatibili nell’arredamento. 

Materiali riciclati, luci LED (che sono anche un risparmio consistente in bolletta), riutilizzo dell’acqua piovana, impianto fotovoltaico, e simili.

Anche dotare la propria struttura di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici potrebbe essere un gesto molto apprezzato, vista la sempre crescente diffusione di questi mezzi.

Molto importante è anche comunicare la sostenibilità, il che potenzialmente attira un pubblico attento alle problematiche ambientali.

In questo senso, la comunicazione corretta sul sito internet della struttura e sui social media è fondamentale: dai risalto ai valori di sostenibilità che hanno mosso le tue scelte!

Spiega ad esempio perché l’hotel ha investito in un’illuminazione esterna completamente autosufficiente, grazie ai pannelli solari. 

O che i sensori installati in ogni bagno portano a un considerevole risparmio energetico, incidendo positivamente sulle emissioni di CO₂ .

LA COMUNICAZIONE PASSA ANCHE DALL'ARREDAMENTO

La cultura cambia, e il pubblico target del settore alberghiero è molto diverso da quello di vent’anni fa.

Oggi le esigenze di arredamento di un hotel sono variegate e sempre in evoluzione

Ma con i giusti principi, e la giusta comunicazione valoriale attraverso il sito web, la pubblicità e i social, si può incidere positivamente sull’immagine complessiva della struttura.

 

Hai già un arredamento curato nel tuo hotel?

Vorresti migliorare il modo in cui lo racconti online?

Noi possiamo aiutarti! Lascia i tuoi dati qui sotto, un nostro Esperto sarà a tua disposizione.

Vuoi vendere più camere online alle TUE condizioni?

Lasciaci i tuoi dati e ti contatteremo per fissare una Chiamata Conoscitiva (gratuita e senza impegno)!

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.